Questo scaffale suggerisce libri stampati a caratteri grandi o con criteri tipografici di alta leggibilità.
E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Trovati 1590 documenti.

Mostra parametri
I vicerè / Federico De Roberto. Vol. 1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I vicerè / Federico De Roberto. Vol. 1

I vicerè / Federico De Roberto. Vol. 2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

I vicerè / Federico De Roberto. Vol. 2

[Vol. 1]: Inferno
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alighieri, Dante <1265-1321>

[Vol. 1]: Inferno

[Vol. 3]: Paradiso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alighieri, Dante <1265-1321>

[Vol. 3]: Paradiso

Anna Karenina / Lev Tolstoj. Vol. 1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Anna Karenina / Lev Tolstoj. Vol. 1

Anna Karenina / Lev Tolstoj. Vol. 2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Anna Karenina / Lev Tolstoj. Vol. 2

Anna Karenina / Lev Tolstoj. Vol. 3
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Anna Karenina / Lev Tolstoj. Vol. 3

Il circolo Pickwick / Charles Dickens. Vol. 1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il circolo Pickwick / Charles Dickens. Vol. 1

Il circolo Pickwick / Charles Dickens. Vol. 2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il circolo Pickwick / Charles Dickens. Vol. 2

Il circolo Pickwick / Charles Dickens. Vol. 3
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Il circolo Pickwick / Charles Dickens. Vol. 3

Le mie prigioni
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Pellico, Silvio <1789-1854>

Le mie prigioni / Silvio Pellico ; a cura di Giampietro De Angelis

Ed. ad alta leggibilità

Mauna Kea, 2020

Abstract: 1832 Goethe pubblica la seconda parte del Faust e muore a Weimar. Evariste Galois redige la sua memoria sulle equazioni algebriche la notte prima di morire in un duello. Nel Canale di Sicilia sprofonda l'isola Ferdinandea. Viene dato alle stampe presso l'editore Bocca di Torino Le mie prigioni, scritto da Pellico l'anno prima su consiglio del suo confessore. La Polonia è proclamata provincia russa. Viene fondata la società Michelin. Von Clausewitz pubblica Della guerra. Scoppiano rivolte liberali nello Stato pontificio. In Inghilterra viene approvata una riforma della legge elettorale che concede il suffragio ai proprietari di beni immobili. Applaudito scrittore di tragedie fino al 1832, a partire da quella data Pellico inizia a essere fischiato a ogni sua apparizione pubblica. La ragione di questa diffidenza, se non di aperta ostilità, è da cercarsi nella pubblicazione de Le mie prigioni, il libro che recò più danno all'Austria che una battaglia perduta o cento mazziniani frenetici. Tra il sospetto dei politici e il timore dei benpensanti, era nata questa raccolta di memorie, che si rivelerà decisiva per la formazione della coscienza civile degli italiani. Quella coscienza che tenterà con alterne fortune di fondere passioni civili e pietà religiosa, illuminismo e cristianesimo, e che non può mancare di riconoscere in Pellico il suo glorioso inizio.

Il ventre di Napoli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Serao, Matilde <1856-1927>

Il ventre di Napoli : venti anni fa, adesso, l'anima di Napoli / Matilde Serao ; a cura di Fania Pozielli

Ed. ad alta leggibilità

Mauna Kea, 2020

Abstract: Spesso considerata, con tono benevolo e sprezzante, un reportage, il capolavoro della Serao ha la forza della verità che si fa letteratura, del rifiuto per quella retorichetta a base di golfo e colline fiorite che serve per quella parte di pubblico che non vuole essere seccata con racconti di miserie. La sua denuncia resta, a un secolo di distanza, di straordinaria attualità: Questo ventre di Napoli, se non lo conosce il governo, chi lo deve conoscere? A che sono buoni tutti questi impiegati alti e bassi, questo immenso ingranaggio burocratico che ci costa tanto?

Cristiani di Allah
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Carlotto, Massimo <1956->

Cristiani di Allah / Massimo Carlotto

B.I.I. onlus, stampa 2019

Abstract: Algeri, 1541. Il Mediterraneo è teatro di guerre, razzie, traffici di schiavi, scontri ideologici e religiosi. La possente armata di Carlo V, punta di lancia della Cristianità, viene annientata alle porte della capitale nordafricana dai corsari di Hassan Agha, che reggono la città per conto del sultano di Costantinopoli. I corsari sono in gran parte dei rinnegati, ossia degli europei cristiani che hanno abbracciato l'Islam, per interesse, come scelta di libertà o più semplicemente per poter saccheggiare navi e depredare coste nel Mediterraneo sotto la protezione della Sublime Porta. Anche Redouane e Othmane, i protagonisti del romanzo, sono dei corsari rinnegati. Il primo albanese, il secondo tedesco, ex lanzichenecchi, hanno scelto là libertà di Algeri, da dove salpano sul loro sciabecco per le scorrerie e dove credono, di poter vivere indisturbati la loro storia d'amore proibita. Othmane però commetterà l'errore di invaghirsi di un giannizzero, uno dei fanatici e spietati cani da guardia del sultano, e trascinerà anche Redouane in un gorgo di vendette, agguati, intrighi.

[Vol. 3]: Paradiso
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Alighieri, Dante <1265-1321>

[Vol. 3]: Paradiso

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe. Vol. 1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe. Vol. 1

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe. Vol. 2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La capanna dello zio Tom / Harriet Beecher Stowe. Vol. 2

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal). Vol. 1
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal). Vol. 1

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal). Vol. 2
0 0 0
Materiale linguistico moderno

La certosa di Parma / Henry Beyle (Stendhal). Vol. 2

Come Dio comanda
0 0 0
Monografie

Ammaniti, Niccolò <1966->

Come Dio comanda / Niccolò Ammaniti

B.I.I. onlus, 2017

Abstract: Rino e Cristiano Zena sono padre e figlio, e sono una famiglia, perché la madre se n'è andata e loro vivono soli. Cristiano potrebbe essere un adolescente come tanti, ma è Rino a non essere un padre come gli altri: disoccupato, emarginato, violento, alcolista, tenuto sotto controllo dall'assistenza sociale che minaccia di revocargli la custodia del figlio. Rino tuttavia ama Cristiano e si dedica a lui: con tenerezza, con affetto vero lo educa alla violenza e al culto della forza. Con i suoi amici Danilo e Quattro Formaggi non costituisce soltanto un trio di balordi, ma un vero e proprio clan, appassionato e affettuoso, che si prende cura del ragazzo. Alle loro vicende si intrecciano quelle della ragazzina di cui Cristiano è segretamente innamorato, Fabiana, e della sua amica Marina.

Ti prendo e ti porto via
0 0 0
Monografie

Ammaniti, Niccolò <1966->

Ti prendo e ti porto via / Niccolò Ammaniti

B.I.I. onlus, 2017

Abstract: A Ischiano Scalo il mare c'è ma non si vede. In questa periferica maremma di paludi e zanzare, di bar e casette affacciate sul nulla di una strada provinciale si svolgono due storie d'amore. Pietro e Gloria sono due ragazzini. Lei è figlia di un direttore di banca, è sveglia, bella e sicura di sé. Lui è figlio di un pastore psicopatico, è introverso, sognatore, e la vittima preferita dei bulli del paese. Graziano Biglia è tornato a Ischiano, con la sua fama di chitarrista sciupafemmine e il cuore spezzato da una cubista. Qui conosce la professoressa Flora Palmieri, una donna sola e misteriosa che ha rinunciato alla propria vita per prendersi cura della madre. E tra i due, in apparenza lontani come i pianeti di due galassie, nasce un'attrazione. Una folla di creature strambe e grottesche si muove attorno ai protagonisti, come nella scia di un vento elettrico e vorticoso.