E' possibile raffinare la ricerca cliccando sui filtri proposti (nella colonna a sinistra), oppure utilizzando il box di ricerca veloce o la relativa ricerca avanzata.

Includi: tutti i seguenti filtri
× Lingue Latino

Trovati 25267 documenti.

Mostra parametri
Miles gloriosus
0 0 0
Libri Moderni

Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.> - Plautus, Titus Maccius <circa 250 a.C.-184 a.C.>

Miles gloriosus ; Aulularia / Plauto ; introduzione di Niall W. Slater ; nota biografica di Cristina Borgia ; traduzione e note di Giovanna Faranda

Mondadori libri, 2017

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Le differenze topiche
0 0 0
Libri Moderni

Boethius, Anicius Manlius Torquatus Severinus <circa 480-circa 524>

Le differenze topiche / Severino Boezio ; introduzione, traduzione, note e apparati di Fiorella Magnano

Bompiani, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Ultima monografia logica di Severino Boezio scritta intorno al 522 d.C., poco prima della sua carcerazione e morte. L'opera, composta in quattro libri, illustra l'arte di risolvere ogni genere di questione mediante il ricorso a principi e schemi universali del ragionamento, chiamati ''luoghi'', in grado di racchiudere e contenere entro se stessi lo sviluppo di tutte le argomentazioni poste a servizio di qualsiasi ambito disciplinare. Boezio ereditava tale insegnamento dalla tradizione greca e dalla tradizione latina: l'una risalente ai ''Topica'' di Aristotele mediata attraverso Temistio e di natura eminentemente dialettica, l'altra proveniente dai ''Topica'' di Cicerone e di natura prevalentemente retorica. Alla luce delle divergenze riscontrate, Boezio intraprese la stesura del trattato su ''Le differenze topiche'' proprio allo scopo di mostrare la possibile via di conciliazione tra queste due tradizioni filosofiche e trasmettere una visione unitaria della materia. Ciò non poteva, tuttavia, avvenire senza che a nascere fosse al tempo stesso qualcosa di nuovo. Era, infatti, inevitabile che ad essere trasmessi fossero non soltanto due distinti insegnamenti, ma che ad emergere fosse anche l'originalità propria con cui Boezio operò la loro sintesi. Infine, il quarto libro, interamente dedicato alla retorica, conserva il dato più originale dell'opera, laddove il filosofo romano ha definitivamente riformato il modo di concepire quest'arte, fondando teoreticamente la direzione verso cui la retorica, insieme alla dialettica, deve guardare per realizzare se stessa e raggiungere il proprio fine: la ricerca della verità. L'arte dell'argomentazione contenuta nel trattato su ''Le differenze topiche'' rappresenta lo snodo principale di trasmissione della dialettica aristotelica al Medioevo latino e rende quest'opera una tappa essenziale per chiunque voglia comprendere gli sviluppi della logica europea attraverso il Medioevo e il Rinascimento.

Grazie a te, Signore
0 0 0
Libri Moderni

Cassiodorus, Flavius Magnus Aurelius <circa 485-circa 580>

Grazie a te, Signore : commento alle suppliche di ringraziamento / Flavio Magno Aurelio Cassiodoro ; prefazione della Comunità certosina di Serra S. Bruno ; introduzione, traduzione e note di mons. Antonio Cantisani

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il volume raccoglie i commenti di Cassiodoro ai Salmi che riguardano le suppliche comunitarie del popolo oppresso dai nemici e dalle calamità. Cassiodoro vede nel martirio del popolo che accetta il suo stato di oppressione una prefigurazione di Cristo. I commenti sono teologici e spirituali, grammaticali e letterari. L’autore vi si dedica attorno al 538, dopo aver lasciato i suoi impegni politici presso la corte romano-gota, tra Ravenna e Roma, ed essersi ritirato nel monastero calabrese di Vivarium da lui fondato. I commenti ai Salmi di questo protagonista dell’occidente furono un punto di riferimento durante il Medioevo e la loro pubblicazione oggi colma un vuoto nelle edizioni delle fonti tardo-antiche.

Come insultavano gli antichi
0 0 0
Libri Moderni

Come insultavano gli antichi : dire le parolacce in greco e in latino / a cura di Neleo Di Scepsi

Il Melangolo, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: L'insulto può essere considerato un vero e proprio genere, praticato fin dall'antichità. Questa piccola raccolta, realizzata saccheggiando i più grandi autori greci e latini, dimostrerà al lettore di oggi come anche le ingiurie e le espressioni oscene rientrino a pieno titolo nella nostra tradizione letteraria.

Domenico Molino e Isaac Casaubon
0 0 0
Libri Moderni

Signaroli, Simone <1979->

Domenico Molino e Isaac Casaubon : con l'edizione di sette lettere da Venezia a Parigi (1609-1610) / Simone Signaroli

CUSL, 2017

  • Copie totali: 3
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Il carteggio tra il senatore veneziano Domenico Molino (1572-1635) e il filologo ginevrino Issac Casaubon (1559-1614) è testimone di uno scambio di libri che si pone al centro degli interessi politici, letterari e storici dei due protagonisti, sullo sfondo dello scontro e del dialogo interconfessionale nell’Europa cattolica e protestante del primo Seicento.

Ermafrodito
0 0 0
Libri Moderni

Beccadelli, Antonio <1394-1471>

Ermafrodito / Il Panormita ; a cura di Nicola Gardini

Einaudi, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Trascendendo il suo tempo, Beccadelli continua a insegnare al mondo che la letteratura è stata - e ancora può essere - il solo modo per parlare degli istinti; che la letteratura ammette nello spazio del sociale le inclinazioni di ciascuno, anche le più difficili da comprendere e da definire sul piano della morale, a cominciare dal sesso. Non si sottolineerà mai abbastanza che la poesia e la prosa per secoli hanno svolto il compito di rappresentare la diversità e l'eccezione e di affermarle, se non come alternative, sí come realtà possibili. L'Ermafrodito, ispirato o no che sia da vicende dell'autore, dice quegli amori e quegli affetti che nessun altro può o vuole dire, se non nella forma del rifiuto. È, a suo modo, una rivendicazione. Qualunque rivendicazione, alla fine, non è che un appello alla dignità assoluta della parola umana. Solo così, al livello superiore della formulazione linguistica, ben oltre il preteso spazio della biografia (che chissà poi cos'è), arte e vita diventano una cosa, e la verità si identifica non con il verbale dei peccati personali, ma con la libertà di tutti.

Il canto della vita
0 0 0
Libri Moderni

Lucretius Carus, Titus <94 a.C-50 a.C.>

Il canto della vita / Lucrezio ; traduzione e cura Maurizio Marota ; prefazione Riccardo Emmolo

Medusa, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Al misterioso Lucrezio si deve un poema didascalico in sei libri «sulla natura delle cose», nel quale l'autore si propone di diffondere la dottrina epicurea presso le classi colte di Roma. Scopritore di una verità rivoluzionaria che può trasformare la vita dell'uomo e guidarlo sulla via della sapienza e della felicità, Lucrezio resta fedele al sistema filosofico delineato dal suo grande maestro, che egli esalta come salvatore dell'umanità, un eroe benefattore che ha sottratto l'uomo alle tenebre della paura e della superstizione, utilizzando gli strumenti della ragione e dell'indagine scientifica. Eppure, mentre procede nel grande compito che si è dato, Lucrezio non può nascondere la verità ai suoi lettori-discepoli: il mondo non è fatto per l'uomo, il progresso acuisce il nostro senso di disagio e di infelicità, la natura è indifferente ai nostri bisogni. Il saggio lucreziano è ora un naufrago scampato alle tempeste della vita, che vive nascosto nei giardini felici della filosofia; ora un uomo tormentato dall'angoscia, soggiogato dalla passione amorosa, terrorizzato dai fantasmi dei sogni e della mente. Il centro dell'ispirazione lucreziana risiede proprio nella percezione dinamica delle forze della natura e del cuore umano: nello slancio fantastico e immaginoso del linguaggio poetico, che tanto ha affascinato i poeti postromantici, Lucrezio riesce contemporaneamente nell'impresa di svelare il senso dei magmatici sconvolgimenti materici dell'universo, e di consegnare ai suoi lettori un modello di virtù e di saggezza realmente applicabile nella vita di tutti i giorni.

Opere filosofiche, teologiche e matematiche
0 0 0
Libri Moderni

Nicolaus Cusanus <1401-1464>

Opere filosofiche, teologiche e matematiche / Niccolò Cusano ; a cura di Enrico Peroli

Bompiani, 2017

  • Copie totali: 3
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Le Bucoliche
0 0 0
Libri Moderni

Vergilius Maro, Publius <70 a.C.-19 a.C.>

Le Bucoliche / Publio Virgilio Marone ; introduzione e commento di Andrea Cucchiarelli ; traduzione di Alfonso Traina

Carocci, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Satire
0 0 0
Libri Moderni

Horatius Flaccus, Quintus <65 a.C.-8>

Satire / Orazio ; a cura di Ugo Dotti

3. ed.

Feltrinelli, 2017

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
La vita felice
0 0 0
Libri Moderni

Seneca, Lucius Annaeus <4 a.C.-65>

La vita felice / Lucio Anneo Seneca ; a cura di Carlo carena ; traduzione di Gavino Manca

Einaudi, 2017

  • Copie totali: 2
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Il cucchiaio di Dio
0 0 0
Libri Moderni

Lapini, Walter <1962->

Il cucchiaio di Dio = Cochlear Dei : ode al capitano Totti in versi latini / Alvaro Rissa

Il Melangolo, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: In quest'ode al Dei cochlear ("Il cucchiao di Dio") Alvaro Rissa ripercorre la carriera di Totti, eroe calcistico "aere perennior" ("più duraturo del bronzo"), le sue gesta atletiche, il valore della sua fedeltà ai colori giallorossi, la sua natura semi-divina, il suo amore per Roma. Ma non c'è solo Totti in quest'ode unica nel suo genere, che trasporta un mito contemporaneo nell'empireo della classicità. Perché dietro un grande campione c'è sempre una grande donna: così Alvaro Rissa ci offre versi mirabili dedicati alla grazia e alla bellezza di Ilary Blasi.

L'arte di essere felici e vivere a lungo
0 0 0
Libri Moderni

Seneca, Lucius Annaeus <4 a.C.-65>

L'arte di essere felici e vivere a lungo / Lucio Anneo Seneca ; cura e traduzione di Mario Scaffidi Abbate

Newton Compton editori, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0

Abstract: La selezione di opere proposta in questo volume costituisce un autentico vademecum del pensiero immortale di Seneca, secondo il quale la vera saggezza sta nella pura contemplazione e la vera felicità nel non aver bisogno di felicità.

Giobbe
0 0 0
Libri Moderni

Giobbe / traduzione interlineare italiana di Stefano Mazzoni ; testo greco dei Settanta, a cura di Rahlfs-Hanhart ; a cura di Marco Zappella

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Satire
0 0 0
Libri Moderni

Iuvenalis, Decimus Iunius

Satire / Decimo Giunio Giovenale ; introduzione di Luca Canali ; premessa al testo, traduzione e note di Ettore Barelli

Corriere della sera : BUR, 2016 (stampa 2017)

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Nella Roma che ha consolidato la propria posizione di potenza egemone un uomo, un poeta, vede il mondo cambiare e, con un'inquietudine che sconfina nello sdegno, osserva la disgregazione, lo svuotamento di tutto ciò che ritiene indispensabile per il vivere civile: le istituzioni romane, il senso di amicitia, il patronato artistico, la famiglia.. Imperversano invece vizio e sregolatezza. Quel poeta, Giovenale, ci offre quindi un ritratto, a volte più vibrante di sdegno, altre più saggiamente riflessivo, della società del suo tempo, ma anche un'immagine dell'uomo, con le sue ansie, le brame, il tormento del vivere quotidiano.

La brevità della vita
0 0 0
Libri Moderni

Seneca, Lucius Annaeus <4 a.C.-65>

La brevità della vita / Lucio Anneo Seneca ; a cura di Ugo Dotti

Feltrinelli, 2017

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0
Orazio lirico
0 0 0
Libri Moderni

Flores, Enrico <1936->

Orazio lirico : con antologia delle Odi / Enrico Flores

La Scuola di Pitagora, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: La lirica oraziana si ispira alla lirica greca arcaica di Saffo, Alceo, Anacreonte ed altri poeti melici. Orazio ammette sicuramente l'influsso dei poeti eolici sulla propria ispirazione, ed essi sono il suo riferimento costante nei primi tre libri delle Odi. La lirica monodica greca (ad una sola voce) era per definizione accompagnata dalla musica degli strumenti a corda e, con tutta probabilità, lo era anche molta poesia oraziana. In verità il rapporto della lirica di Orazio con la musica è ancora oggi oggetto di discussione tra i critici, italiani e tedeschi soprattutto, molti dei quali non tengono nella giusta considerazione talune dichiarazioni del poeta che, in modo piuttosto esplicito, alludono alla "musicalità" delle sue composizioni.

Eneide
0 0 0
Libri Moderni

Vergilius Maro, Publius <70 a.C.-19 a.C.>

Eneide / Virgilio ; traduzione di Luca Canali ; commento di Ettore Paratore adattato da Marco Beck ; introduzione di Ettore Paratore

Mondadori libri, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 1
  • Prenotazioni: 0
Una cavalcata con Ariosto
0 0 0
Libri Moderni

Una cavalcata con Ariosto : l'Equitatio di Celio Calcagnini / [a cura di] Elisa Curti

Ferrara arte, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: In un tiepido autunno di inizio Cinquecento una compagnia di giovani e brillanti intellettuali della Ferrara estense cavalca a passo lento verso la delizia di Benvignante, per celebrare la festa della vendemmia. Il tempo del cammino sarà allietato da un'appassionata discussione intorno ai presagi a cui parteciperà - non senza ironia - anche Ludovico Ariosto.

De optimo genere degende vite
0 0 0
Libri Moderni

Aliotti, Girolamo <1412-1480>

De optimo genere degende vite / Girolamo Aliotti ; introduzione, testo critico, traduzione e commento a cura di Elisa Tinelli ; premessa di Davide Canfora

La Scuola di Pitagora, 2016

  • Copie totali: 1
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Girolamo Aliotti, figura rappresentativa delle inquietudini che, all'alba del mondo moderno, attraversarono il monachesimo tradizionale, volle intervenire, col dialogo De optimo genere degende vite, nel dibattito sul miglior genere di vita che, tra '300 e '500, costituì uno dei più rilevanti nodi problematici attorno a cui gli umanisti si diedero convegno. Il messaggio che l'autore aretino consegna alle pagine del suo dialogo è un invito al buon senso e alla misura: egli propugna, infatti, da un lato, l'astratta superiorità della vita del chiostro, ma lascia intendere, dall'altro, che essa non costituisce la via privilegiata per la salvezza e esorta gli uomini a non far torto alla propria natura e a seguire le proprie reali inclinazioni, condicio sine qua non, questa, di un'esistenza vissuta con consapevolezza e genuinità, al riparo dalla perniciosa colpa dell'ipocrita simulazione.