Community » Forum » Recensioni

L'imperatore del Nord
5 1 0

L'imperatore del Nord

Koch Media, 2010

Abstract: America 1933. I lavoratori precari, gli hobos, si raccolgono ogni giorno sul treno 19 nella speranza di migliorare le proprie condizioni di vita.

72 Visite, 1 Messaggi
Utente 39363
14 posts

Alla ricerca di quacosa di appetibile per ovviare alle serate-Sanremo, ho pescato questo gioiello.
E’ necessario scoprirlo, o rispolverarlo, per un motivo ben preciso – al di là dell’interesse per tutte le saghe degli sfruttati del mondo, da Furore a Gli equilibristi -: propone come protagonista, ed esalta un tipo di uomo, che sa essere re del proprio mondo a prescindere dalle circostanze.
E che non accetta compromessi che ne ledano la dignità: non a caso, rifiutando Cigaret come compagno dopo avergli aperto la prospettiva di divenire suo erede gli dichiara: “Tu non hai classe!”. Che vuol dire: non hai stile, ma, soprattutto, vuol dire anche: non appartieni. Né alla classe operaia, né alla massa di disoccupati, né ad un gruppo umano da tutelare e da cui essere tutelato.
Cigaret è uno che ha smesso di lottare se non per una sopravvivenza bruta e meschina, incapace di vedere l’altro come simile anziché come nemico. E come ha dichiarato Aldrich intervistato da Truffaut,“Ogni uomo deve agire anche se è spezzato“.

  • «
  • 1
  • »

6733 Messaggi in 5479 Discussioni di 798 utenti

Attualmente online: Ci sono 15 utenti online