Community » Forum » Rezensionen

Colibrì Salamandra
0 1 0
VanderMeer, Jeff <1968->

Colibrì Salamandra

Einaudi, 2022

Abstract: «Se mi stai leggendo fa’ conto che io sia già morta». Jane è un’analista specializzata in cybersecurity. Un giorno, nel suo caffè di fiducia, riceve una busta dal barista. Qualcuno l’ha pagato affinché gliela consegnasse. Dentro la busta ci sono una chiave, un indirizzo e un numero: 7. Jane si fa portare all’indirizzo, scoprendo che si tratta di un magazzino. Dentro il deposito numero 7 trova il primo indizio: una scatola con un colibrí imbalsamato di una varietà estinta da tempo e un biglietto con su scritto «Colibrí… Salamandra. Silvina». Jane è turbata: le salamandre rappresentano per lei un ricordo molto caro legato alle scorribande con suo fratello Ned, scomparso da ragazzo, e di quando insieme, lungo il fiume, andavano alla ricerca di questi animali. Jane è decisa a capire, anche a costo di scivolare tra le maglie soffocanti di una cospirazione mondiale. In un mondo sull’orlo del disfacimento, tra pandemie sconosciute, devastanti effetti dovuti ai cambiamenti climatici e un controllo impietoso della vita privata, Jane deve muoversi in fretta perché sente che non c’è piú tempo, per lei, per Silvina, e per il pianeta. Con la sua scrittura ipnotica e avvolgente, Jeff VanderMeer sa usare come nessun altro oggi trame avventurose per raccontare il presente. Attraverso i temi che gli sono piú cari – i cambiamenti climatici, l’Antropocene, il rapporto autodistruttivo con la natura – con Colibrí Salamandra VanderMeer firma ancora una volta un’invenzione narrativa visionaria e grandiosa.

372 Aufrufe, 1 Beiträge
Clara Toninelli
659 posts

Ascolta:
«Una mattina d'inverno come tante, in una città del Pacifico nordoccidentale.
Dove, di preciso? Non te lo dirò.
Chi sono? Non te lo dirò. Non di preciso.
Ma chiamami pure Jane.
Jane Smith. Se ti viene comodo.
Sono qui per mostrarti come finisce il mondo.»

Jane è una donna che incute soggezione con il suo metro e 80 di altezza e i suoi 100 kg di peso, sigillati in tacchi e tailleur. Ex wrestler, si occupa per lavoro di cybersecurity.
È a lei che una mattina, nel suo bar preferito, viene consegnata una busta contenente una chiave, un indirizzo ed il numero 7.
A quell'indirizzo, che si rivela un deposito, qualcuno ha lasciato per lei una scatola che contiene un colibrì rarissimo, impagliato, ed un nuovo biglietto, con scritte tre sole parole: "Colibrì... Salamandra. Silvina".
È l'inizio di una pericolosa caccia al tesoro che stravolgerà la vita di Jane, portandola in territori dove trafficanti, miliardari senza scrupoli ed ecoterroristi si contendono la struggente bellezza del mondo e delle sue creature.

Jeff Vandermeer usa gli stilemi del thriller e della spy-story per parlarci dei temi che gli stanno a cuore: l'Antropocene e le sue nefaste derive; l'estinzione di massa delle specie viventi, causata dall'uomo; l'alienazione paranoica indotta da sistemi tecnologici, di controllo e non, sempre più complessi e pervasivi.

Il romanzo non è perfetto (eccellenti la parte 1 e 2, un po' meno la 3 e la 4) e non sorprende quanto la trilogia dell'Area X, ma avvince come un vero page-turner.
Inutile dire che i temi trattati sono di stringente attualità -

PS: ah, smettiamo di dire che un libro non si giudica dalla copertina, dai...
Questa, come pure le precedenti di Lorenzo Ceccotti è BELLISSIMA! Elegante, poetica, malinconica e weird, riflette esattamente lo spirito del libro (la ragazza maculata come una salamandra, che ambisce al ritorno/fusione dell'umano nella natura...).
E la sovracoperta trasparente, come una pelle che si stacca, lasciando a nudo l'essenza...
E i colori...
Insomma, applausi!

  • «
  • 1
  • »

8859 Nachrichten in 7292 Diskussionen von 1004 benutzer

Jetzt online: Ci sono 42 utenti online