Mursia <casa editrice>

(Ente)

Thesaurus

Found 5894 documents.

Related search results: Rete Bibliotecaria Bergamasca

Amicizia
0 0 0
Modern linguistic material

Baracchi, Claudia <1962->

Amicizia / Claudia Baracchi

3. ed.

Mursia, 2020

  • Not reservable
  • Total items: 1
  • On loan: 0
  • Reservations: 0

Abstract: Affrontare il tema dell'amicizia nell'epoca di Facebook e dei social network richiede coraggio e perfino una certa impertinenza. La relazione amicale comporta fiducia, fedeltà, disponibilità alla condivisione profonda. Ebbene, assicurano i sociologi, mai questo atteggiamento fu più improbabile che nel nostro tempo di drammatica riconfigurazione antropologica. La ricerca sull'amicizia non può dunque prescindere dal pensiero antico: con profondità ineguagliata esso ne indovina le più ampie implicazioni, affettive quanto politiche. Le epoche successive non oseranno tanto, e l'amicizia scomparirà dal pensiero politico così come da ogni considerazione complessiva sull'essere umano. L'autrice percorre gli snodi della riflessione antica, nella convinzione che abbia a che fare con mondi a venire.

Contro il vento alta è la sua fronte
0 0 0
Modern linguistic material

Campese, Matteo <1986->

Contro il vento alta è la sua fronte / Matteo Campese

2. ed.

RTL 102.5 : Mursia, 2019

Abstract: Che cosa fa un soldato rinchiuso in mezzo al deserto, senza guardie a sorvegliarlo, né altri condannati a condividere con lui il peso della reclusione? Resiste, semplicemente. Dopo i conti che già gli ha presentato l'esistenza, vivrà le ultime ore confinato in una prigione dimenticata tra le sabbie nord-africane a espiare le colpe di sé e degli altri. Assieme a lui, nella cella, un insospettabile compagno di prigionia ascolterà i suoi pensieri senza poter mai replicare e gli estirperà le ultime convinzioni rimaste. Sarà il suo confessore, l'ascolto che ogni disperato desideroso di rivincita merita di avere. Niente di buono è mai uscito da chi non sanguina. L'infanzia ruvida, le carezze di un amore illusorio e quelle dolci di una Musa, le spedizioni militari, la vita in caserma, il motivo finale della sua condanna. Possiamo riconoscerci solo tenendo la fronte alta, qualsiasi vento la sfidi. Uno sguardo sull'elegante solitudine dell'essere umano, una storia di passione e resistenza.

Solo perché donna
0 0 0
Modern linguistic material

Cavallo, Melita <1943->

Solo perché donna : dal delitto d'onore al femminicidio : la risposta giudiziaria, i centri antiviolenza, la tutela degli orfani / Melita Cavallo

Mursia, 2019

Abstract: I delitti commessi contro le donne riempiono le pagine dei giornali quasi tutti i giorni. Sono storie di fidanzate maltrattate, di mogli picchiate da anni e poi uccise da ex mariti violenti e possessivi, di figli che si ritrovano all'improvviso a superare le difficoltà della vita senza un genitore e un punto di riferimento. Melita Cavallo, forte della sua lunga esperienza in materia, si serve di vicende realmente accadute per descrivere tutti gli aspetti giuridici connessi: dal delitto d'onore al femminicidio, dal sistema di prevenzione e protezione contro la violenza di genere in Italia alla genesi e all'attività dei centri antiviolenza in favore delle donne che chiedono aiuto per sottrarsi alla prepotenza del marito o del compagno, fino alle forme di tutela che riceve il soggetto minorenne rimasto orfano della madre ad opera del padre. Un'indagine a tutto campo che fa luce su tutte le forme di violenza sul sesso femminile, una delle piaghe più vergognose e diffuse nella nostra società, in cui le donne, solo perché donne, non si sentono del tutto sicure e protette di fronte a un uomo prevaricatore e violento che agisce e si nasconde molto spesso tra le mura domestiche.

Quel che manca di te
0 0 0
Modern linguistic material

Moretti, Elena <1977->

Quel che manca di te / Elena Moretti

RTL 102.5 : Mursia, 2019

Abstract: Due vite che si scontrano. Due mondi che non hanno nulla in comune. Sono quelli di Eleonora, ragazzina sola al mondo e senza un soldo, e del ricco e famoso architetto Resentini, noto per la sua creatività e il suo algido distacco. Eleonora non ha filtri, dice sempre la verità e ha la spettacolare capacità di commettere una gaffe dopo l'altra. L'architetto invece è abituato a comandare, è ombroso, solitario e pieno di sensi di colpa per la sua vita passata. Un legame improbabile che porterà l'uomo a intraprendere un percorso di revisione del proprio cammino umano e professionale, e la ragazza, che ha accettato senza troppe paranoie lo strano ruolo di sostegno morale che lui le ha affibbiato, a fare i conti con se stessa e il suo modo di guardare la vita. Si scontreranno e si allontaneranno ma, arrivati sul fondo, cominceranno ad affidarsi l'uno all'altra, con una nuova coscienza di sé e del proprio valore. Troveranno insieme la vocazione nel ridare un volto nuovo, architettonico e solidale, alla loro città.

Gerarchi
0 0 0
Modern linguistic material

Cicchino, Enzo Antonio <1956-> - Martone, Matteo <1960->

Gerarchi : serpenti sulla testa del Duce / Enzo Antonio Cicchino, Matteo Martone

Mursia, 2019

Abstract: «L'immagine di un Mussolini padre, figlio e spirito del fascismo è solo una comoda finzione storica. Senza collaboratori energici, attivi e creativi, qualsiasi totalitarismo è destinato a fallire.» Non si può considerare Benito Mussolini unico artefice e dominatore assoluto di quelle controverse pagine di storia italiana passate sotto il nome di fascismo. Balbo, Farinacci, Grandi sono tra i gerarchi che hanno dato più filo da torcere al Duce, continuamente impegnato a farsi interprete, garante, moderatore e censore degli interessi dei suoi gerarchi. Uno dei grandi talenti di Mussolini è stato quello di saper leggere nelle loro menti, assecondandoli od opponendovisi come fa l'equilibrista sul filo. Li ha accontentati talvolta malvolentieri, molto più spesso volgendo a suo favore la realizzazione dei loro interessi, quando dettati da lucide intelligenze. Ma quasi sempre li ha saputi rendere vivi e felici e, con questo, ha reso vivi e felici sé stesso e la sua dittatura. Di fatto, costoro, a vario titolo hanno consegnato, protetto, consentito a Lui il successo. Non è un caso, poi, che siano stati proprio loro, nel celebre ultimo Gran Consiglio del 1943, a privarlo del potere.

Piccolo dizionario della cura
0 0 0
Modern linguistic material

Piccolo dizionario della cura : poesie e saggi / autori vari ; coordinato da Vincenzo Mascolo

Mursia, 2019

Abstract: Nato dall'esperienza della Fondazione Sanità e Ricerca, organizzazione senza fini di lucro, che gestisce a Roma un Centro per le cure palliative rivolte a persone nel fine vita e non autosufficienti, questo piccolo dizionario propone quarantadue parole diverse, due per ogni lettera dell'alfabeto, affidate ad altrettanti poeti italiani contemporanei che le hanno interpretate ciascuno a loro modo. Arricchito dal contributo saggistico di cinque esperti di discipline diverse che hanno esaminato in modo più specifico la parola «cura» il dizionario offre molti spunti di riflessione sull'importanza che la cura ha, o dovrebbe avere, nella società contemporanea.

L'amico giusto
0 0 0
Modern linguistic material

Cesari, Marco <1982->

L'amico giusto / Marco Cesari

RTL 102.5 : Mursia, 2019

Abstract: Luca e Mattia s'incontrano un pomeriggio sul lago. Luca è spavaldo e sicuro di sé, Mattia è timido e impacciato, eppure è amicizia al primo sguardo. Dopo quell'incontro vivranno uno di fianco all'altro gli anni del liceo, le prime vacanze da soli, l'amore per la stessa ragazza, le difficoltà del diventare adulti scegliendo di vivere liberi dalle costrizioni sociali, seguendo la loro coscienza e i loro desideri, oltre i confini che altri hanno tracciato per loro. Prenderanno strade diverse, eppure quel legame nato sui banchi di scuola non si spezzerà, ma li legherà per sempre in modo inaspettato. Non importa quale sarà il prezzo da pagare se il destino ti ha dato l'amico giusto.

Filostrato
0 0 0
Modern linguistic material

Boccaccio, Giovanni <1313-1375>

Filostrato / Giovanni Boccaccio ; a cura di Luigi Surdich ; con la collaborazione di Elena D'Anzieri e Federica Ferro

Mursia, 2019

L'ora dei sacrifici nobili e generosi
0 0 0
Modern linguistic material

Ranzoli, Guido <medico militare>

L'ora dei sacrifici nobili e generosi : le lettere dal fronte della Grande Guerra / Giulio [i.e. Guido] Ranzoli ; a cura di Elena Pala

Mursia, 2019

Thaon di Revel
0 0 0
Modern linguistic material

Cervone, Pier Paolo <1953->

Thaon di Revel : il grande ammiraglio / Pier Paolo Cervone ; prefazione di Luigi Binelli Mantelli

Mursia, 2019

Abstract: "Da ragazzino fa la sua scelta di vita. Marinaio per sempre. Arriverà al massimo della carriera. Per celebrare la sua gloria si dovranno inventare un nuovo grado. Quello di Grande Ammiraglio". Paolo Thaon di Revel è stato l'uomo che più di altri ha innovato e cambiato la Marina militare italiana. Nasce a Torino il 10 giugno 1859 e la sua sarà una vita tutta dedicata al mare: a diciotto anni è guardiamarina, due anni dopo è già in missione, partecipa alla guerra di Libia e allo scoppio della Prima guerra mondiale è Capo di Stato Maggiore della Marina che, sotto la sua guida, si trasforma radicalmente. Introduce nuovi strumenti militari, i treni armati a difesa delle coste, i MAS, le forze speciali che poi diverranno gli Incursori, la forza aerea. Cambia, insomma, lo schema operativo della forza navale dandole un ruolo chiave nella Grande Guerra. Sarà Ministro del primo governo Mussolini ma dopo trenta mesi si dimette. Una biografia che restituisce in tutta la sua completezza il ruolo storico di Thaon di Revel, il suo spessore umano, la grande onestà morale e intellettuale. Un ammiraglio d'altri tempi che guardava al futuro

Nave Vespucci
0 0 0
Modern linguistic material

Lorusso, Eleonora <1975->

Nave Vespucci : diario di bordo (radiofonico) dalla Signora dei mari / Eleonora Lorusso

RTL 102.5 : Mursia, 2019

Abstract: Salire sul Vespucci è un'esperienza che ogni italiano dovrebbe provare. La prima volta si sale in silenzio. Lo stesso rispettoso silenzio che si deve al mare. Un appassionato diario di bordo, con la storia, i segreti, le foto, gli aneddoti di Nave Vespucci. I ricordi di chi ha navigato tra i ghiacci del Circolo polare artico, di chi si è imbarcato in Australia per il giro del mondo della nave scuola della Marina Militare. Uomini e donne, marinai e ufficiali si raccontano e raccontano dettagli di vita quotidiana. Dove si dorme? Come si vive a bordo? Curiosità, riti scaramantici e storie di eroi (e amori) passati dalle onde del mare a quelle dell'etere sulle frequenze di RTL 102.5, radio ufficiale delle campagne di istruzione. Uomini di mare o semplici cittadini saliti a bordo per poche ore raccontano l'emozione di aver incontrato «la nave più bella del mondo», un patrimonio della marineria che appartiene a tutti noi.

Sergio Leone
0 0 0
Modern linguistic material

Santini, Fabio <1951->

Sergio Leone : perché la vita è cinema / Fabio Santini

RTL 102.5 : Mursia, 2019

Abstract: Per ricostruire il profilo di Sergio Leone, un uomo che ha cambiato la storia del cinema con la forza delle sue idee, Fabio Santini ripercorre le tappe principali della carriera del regista, da un’angolazione inedita: il suo privato. Gli incontri di una vita, i rapporti con i produttori e gli attori, gli aneddoti del dietro le quinte dei film, i colpi di scena, le genialità, gli slanci, i pregi e le debolezze di un grande italiano, raccontati con passione e cura del dettaglio. In queste pagine prendono forma i ricordi della moglie Carla, dei figli Raffaella, Francesca e Andrea, dei tecnici, degli attori, di Ennio Morricone. Ne esce un ritratto quotidiano incalzante e divertente, una cronaca minuziosa di una vita vissuta per il cinema, come in un film.

Segreti e intelligence
0 0 0
Modern linguistic material

Foffano, Andrea <vigile urbano>

Segreti e intelligence : Ustica, Ilaria Alpi, Nicola Calipari, Giulio Regeni / Andrea Foffano

Mursia, 2019

Abstract: Quattro vicende, ottantacinque morti, nessuna verità. Che cosa è successo al volo Itavia IH870, precipitato in mare al largo di Ustica la sera del 27 giugno 1980? Per quale motivo Ilaria Alpi e Miran Hrovatin furono uccisi a Mogadiscio a colpi di arma da fuoco il pomeriggio del 20 marzo 1994? In quali circostanze avvenne la morte di Nicola Calipari, funzionario del Sismi caduto in Iraq durante l'adempimento del proprio dovere il 4 marzo 2005? Infine, dentro quale ambiente sono maturati il sequestro e l'omicidio di Giulio Regeni, morto in Egitto tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio 2016? Quattro vicende che appartengono alla storia del nostro Paese, quattro «misteri di Stato» su cui da anni si attende ancora di conoscere la verità. Quattro storie differenti, dietro le quali i servizi di intelligence di diversi Paesi hanno agito con modalità diverse tra loro. Quattro eventi importanti, che vengono ricostruiti con molta precisione, tassello dopo tassello, per dare al lettore la possibilità di orientarsi nel labirinto di doppie verità, apparenze, depistaggi e segreti inconfessabili.

Malagloria
0 0 0
Modern linguistic material

Bartolomeo, Christian <1978->

Malagloria / Christian Bartolomeo

Mursia, 2019

Abstract: La vita del notaio Franco Mezzalira, cinico segretario del fascio locale, e quella di Mariuzzo Vitello, uomo semplice e ignorante, si intrecciano in uno spaccato crudo e pittoresco della Sicilia degli anni Trenta, quando anche una banale parola mal posta poteva essere sanzionata con il confino. Mezzalira e Mariuzzo, tramando attorno a un misterioso manoscritto, scavano pozzi di vanità per soddisfare la loro sete di gloria. Lesti a ingannare gli altri, si condizionano a vicenda fino a confondersi e quasi a scambiarsi.

Maria Peschle e il suo giardino di vetro
0 0 0
Modern linguistic material

Tarticchio, Piero <1936->

Maria Peschle e il suo giardino di vetro / Piero Tarticchio

Mursia, 2019

Abstract: Maria Peschle e il suo giardino di vetro è una storia nella Storia. Un passato sempre presente per quanti hanno vissuto sulla propria pelle la tragedia di un esodo, quello di migliaia di italiani che sono dovuti emigrare dalla Venezia Giulia e dalla Dalmazia dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Un libro aperto agli occhi del mondo che parla di un'epoca tra le più oscure e travagliate del Novecento e che racconta di un popolo umiliato, perseguitato e costretto alla fuga.

L'erba non cresceva ad Auschwitz
0 0 0
Modern linguistic material

Paulesu Quercioli, Mimma <1928-2009>

L'erba non cresceva ad Auschwitz / Mimma Paulesu Quercioli

Mursia, 2019

Abstract: Arianna, 11 anni; Loredana, 18 anni; Teresa, 23 anni, Zita, 25 anni. Una bambina e tre ragazze con un destino comune: Auschwitz. Quattro testimonianze che raccontano l'orrore dei lager che subirono le donne e i bambini. Ricordi che si stagliano sullo sfondo di un paesaggio di morte: l'arresto, il viaggio nei vagoni piombati, l'arrivo al campo, la selezione, la vita nelle baracche e nel Kinderblock. E poi l'umiliazione del corpo, il pudore violato, la femminilità cancellata, la paura e la fame sempre presenti con l'unico conforto di un'invisibile rete di sorellanza che a volte riesce a salvare vite. Liberate e tornate a casa Arianna, Loredana, Teresa e Zita si scontrano con il muro dell'incomprensione: nessuno vuole sapere, nessuno vuole sentire quello che hanno vissuto. Ci sono voluti decenni prima che qualcuno ascoltasse le loro voci che ora, grazie a questo libro, risuoneranno per sempre.

Tante braccia per il Reich!
0 0 0
Monographs

Tante braccia per il Reich! : il reclutamento di manodopera nell'Italia occupata 1943-1945 per l'economia di guerra della Germania nazionalsocialista / prefazione di Gianni Perona ; nota di Enzo Orlanducci ; a cura di Brunello Mantelli

Mursia, 2019

Abstract: «Tra i pilastri fondativi della memoria della Repubblica, accanto alla Resistenza, alla deportazione politica, alla deportazione ebraica, all'internamento militare, alla prigionia di guerra, c'è anche il lavoro coatto nei campi e nelle officine del Terzo Reich.» Per il Terzo Reich l'impiego di manodopera straniera fu uno strumento cruciale per sostenere l'economia bellica. Milioni di lavoratori provenienti in gran parte dai Paesi occupati, ma anche in buona misura da quelli alleati, furono impiegati in molteplici mansioni la cui funzione primaria era alimentare la produzione d'interesse militare. Centinaia di migliaia di lavoratori italiani, uomini e donne, erano già stati inviati in Germania per diventare «braccia per il Reich» fin dal 1938, quando l'Italia monarchicofascista era alleata, in realtà già subalterna, di Hitler. Il reclutamento divenne forzato nei venti mesi di occupazione tedesca del nostro Paese (settembre 1943-aprile 1945). Questo è il primo studio organico su dinamiche e modalità del prelievo coatto di lavoratori dall'Italia e del loro utilizzo oltre Brennero nel periodo della Repubblica Sociale Italiana, a cui gli apparati del fascismo di Salò diedero un notevole contributo. Nei due tomi viene analizzato il modus operandi degli occupanti tedeschi e dei loro collaboratori fascisti repubblicani nel mettere le mani con la forza su lavoratori dell'industria, dell'agricoltura e di ogni altro settore purché utili allo sforzo bellico del Terzo Reich, attraverso precettazioni, arresti, retate urbane, rastrellamenti nelle zone di campagna, prelievi indiscriminati negli istituti di pena. Una ricerca monumentale che colma una lacuna sulla storia dell'Italia nella Seconda guerra mondiale. Nel primo tomo: il contesto europeo, il reclutamento di lavoratori dal Torinese, da Genova e provincia, dal Milanese, dal litorale adriatico, dall'Emilia e dall'Imolese. Nel secondo tomo: il reclutamento di lavoratori dalla Toscana, dalle Marche, dall'Umbria, da Roma e dal Lazio, e un approfondimento sui detenuti italiani mandati nell'industria chimica del Terzo Reich.

L'arte di ascoltare la musica
0 0 0
Modern linguistic material

Saracino, Egidio

L'arte di ascoltare la musica / Egidio Saracino

Mursia, 2018

Abstract: Ragionare sulla musica è oggi una scommessa. Quando tutto è diventato immagine e le immagini sono ormai il tutto che ci circonda, la scommessa di proporre il ritorno all'ascolto è un diverso modo di far scoprire il significato della musica, partendo dal canto. Perché tutta la musica è espressione del canto. Di voce, di strumento, di orchestra intera. Si parla qui dell'effimera e astratta arte dei suoni. Ma non dalla parte di chi scrive o di chi interpreta la musica, bensì semplicemente dalla parte di chi l'ascolta. E allora potrebbe esser vero che senza un ascoltatore la musica non esisterebbe. O, meglio ancora, i sentimenti e le emozioni non esisterebbero se non si potessero cantare.

Organizzazione Bianco
0 0 0
Modern linguistic material

Accini, Libero <1905-1975>

Organizzazione Bianco : missione speciale in Liguria : 1944 / Libero Accini

Mursia, 2018

Abstract: Una testimonianza sui rapporti tra gli angloamericani e la Resistenza nel Nord Italia, ma anche uno spaccato della vita dei partigiani. Nel 1944 Libero Accini, tenente di vascello e corrispondente di guerra della Regia Marina, fu inviato oltre la Linea Gotica per garantire il collegamento tra il Governo del Sud e le quattro zone in cui il CLN aveva diviso la Liguria. Ben presto la missione, grazie alle azioni di sabotaggio compiute dai suoi commandos svincolati dai partiti politici, si costituì in quell’«Organizzazione Bianco» che sconvolse il sistema logistico nazifascista, consentendo maggiore mobilità alle formazioni partigiane dell’Ovadese e del Piacentino. Tradito e arrestato, Accini non rivelò mai, nemmeno sotto tortura, il nome dei suoi compagni di lotta e fu infine deportato a Dachau. La sua è la testimonianza autentica e dettagliata di un uomo che ha partecipato attivamente alla Resistenza ed è sopravvissuto alla barbarie nazifascista.

La notte dei cristalli
0 0 0
Modern linguistic material

Perotti, Berto <1911-2005>

La notte dei cristalli : l'inizio della persecuzione antisemita nel Terzo Reich, 9-10 novembre 1938 / Berto Perotti

Mursia, 2018

Abstract: Stridente e freddo era il frantumarsi dei cristalli nel silenzio notturno. A un tratto si udì un ordine: «Aufhörer!» (basta!), le SA si misero in fila in mezzo alla strada e si misero in marcia. I passanti guardavano perplessi. Sentimmo dire che la sinagoga era già in fiamme. Tra il 9 e il 10 novembre 1938 in Germania si consumò il primo atto di quell'immane tragedia che sarebbe stato l'Olocausto. Con il pretesto dell'attentato di Parigi contro un diplomatico, il Terzo Reich scatenò la violenza del Partito Nazista, delle SA e della Gioventù hitleriana contro gli ebrei. Negozi, case, sinagoghe, cimiteri furono dati alle fiamme e distrutti, centinaia i morti. Berto Perotti racconta di quella notte e dei giorni successivi da due punti di vista: quello del testimone oculare che ha annotato i fatti sui suoi diari clandestini e quello dello studioso che si avvale di pubblicazioni e documenti. Il risultato è un testo drammatico e rigoroso che porta il lettore a rivivere quella notte in cui tutto ebbe inizio.