Communauté » Forum » Recensions

I due brigadieri
0 2 0
Mirani, Enrico <1962->

I due brigadieri

Liberedizioni, 2022

Résumé: Cosa hanno in comune Francesco Setti e Antonio Neri? All’apparenza nulla, a parte la divisa di brigadieri dell’Arma. Setti presta servizio a Brescia, Neri a Bergamo. Il primo vive già l’età matura del disincanto, il secondo è ancora un giovane ambizioso. Quanto al carattere, Setti è un inguaribile brontolone, mentre Neri mostra un’indole gioviale. Eppure... Il nostro Brigadiere del Carmine stavolta si trova impelagato in complicate indagini che sconfinano oltre Oglio. Le vie e le piazze di Brescia e di Bergamo sono teatro di una intensa vita quotidiana, che deve convivere con miserie e delitti. Nelle loro città i due Brigadieri nuotano come pesci nell’acqua. Una rapina finita nel sangue e due misteriosi omicidi li obbligano a collaborare per sciogliere una matassa aggrovigliata dall’egoismo, dall’avidità, dall’ignoranza. Senza rinunciare a momenti di serenità nei caffè, nei cinema, a teatro e allo stadio con le loro fidanzate.

353 Vues, 2 Messages

Con un omaggio a Brescia e Bergamo 2023, capitali della cultura, Enrico Mirani ci propone questa nuova e avvincente vicenda del suo Brigadiere Setti.

Credo che parlare di storia sia riduttivo perché l'autore ha magistralmente tessuto una trama fatta di tante storie, ma con un fil rouge che le lega.

Si parte da una rapina, un giro di soldi falsi e poi un paio di omicidi a riempire e colorare le giornate di Setti.

Ma in questa nuova storia conosceremo anche il collega e omologo di Bergamo, il Brigadiere Neri.

Sul territorio di competenza di Neri si troveranno dei malviventi bresciani e viceversa, il che sarà da motore propulsivo a nuove avventure incrociate in cui i due Brigadieri si trovranno ad operare anche in tandem.

Dapprima con una certa diffidenza, vuoi per la differenza di età, vuoi caratterialmente, vuoi per il campanilismo che ha da sempre diviso le due città, Setti e Neri condurranno le indagini in maniera certosina e con un buon affiatamento.

Molto apprezzabili le due figure femminili al loro fianco...

L'ambientazione o meglio le ambientazioni la fanno da padroni in questa storia: Brescia e Bergamo con le loro vie, le piazze, i quartieri visti con gli occhi del 1923 sono tra le protagoniste principali.

Si percepisce un buon lavoro di ricerca storica che sta alla base della costruzione del romanzo giallo.

Le vicende narrate sono un ottimo mix tra gli avvenimenti storici realmente accaduti e il frutto della fantasia dell'autore.

Lo stile di scrittura di Mirani non delude mai il lettore: cristallino, lineare e accattivante.

Personalmente, ho molto apprezzato questa lettura che mi ha condotto per le vie di Brescia e Bergamo e sono entrata subito in empatia anche con il Brigadiere Neri.

Spero proprio che Neri si ripresenterà anche nelle prossime avventure in collaborazione con il collega Setti.

A Brescia, nel cuore del Carmine, viene rinvenuto un cadavere in un uno dei tanti vicoli che disseminano il quartiere popolare. Vengono accusati del fatto la moglie del defunto e il suo amante che però, ahimè, scompaiono nel nulla. Unico testimone: un ragazzo, conoscente della vittima. A Bergamo, lungo il Sentierone, nei pressi dell’incrocio con il viale che conduce verso la bellissima Città Alta, un uomo viene invece freddato a morte durante una rapina. Nessun testimone, nessun movente e un’unica persona a cui fare domande: il cognato della vittima, personaggio stimato in città.

“I due brigadieri: vite e delitti fra il Carmine e il Sentierone”, sesto capitolo della fortunata serie frutto della penna del giornalista bresciano Enrico Mirani, è come i precedenti un giallo storico avvincente, ambientato questa volta nel 1923.

Ma non solo: figlio del “gemellaggio” tra Brescia e Bergamo, celebrato sotto gli auspici del ruolo condiviso di Capitale della Cultura per l’anno 2023, “I due brigadieri” amplia infatti per la prima volta gli orizzonti narrativi della serie affiancando al quartiere del Carmine anche la Bergamo di cento anni fa. In questa sua nuova e complicata indagine, infatti, il nostro amato e ormai maturo brigadiere Setti non sarà da solo, ma sarà aiutato nel districare i dubbi e nel risolvere gli arcani dal giovane Antonio Neri, brigadiere bergamasco originario di Treviglio.

Trovate qui la recensione completa di Brescia si legge: https://www.bresciasilegge.it/enrico-mirani-vite-e-delitti-fra-il-carmine-e-il-sentierone/

  • «
  • 1
  • »

8751 Messages en 7197 Discussions de 992 usagers

En ligne: Ci sono 2 utenti online