Communauté » Forum » Recensions

Il delitto della vedova Ruzzolo
0 1 0
Carnevali, Alessandra <1960->

Il delitto della vedova Ruzzolo

Newton Compton, 2022

Résumé: A Rivorosso Umbro sembra non esserci mai pace. Il commissario Adalgisa Calligaris e i suoi fidati collaboratori, infatti, devono fare i conti con un nuovo omicidio. Nella frazione di Ponterullo, è stata uccisa Ercolina Ruzzolo, un'anziana vedova che viveva da sola. Al centro della scena del crimine, il suo corpo giace accanto a un rosario. Dai primi rilievi tutto induce a sospettare che la donna conoscesse il suo assassino. E che gli abbia aperto volontariamente la porta. Ma le indagini rischiano di rivelarsi molto più complicate del previsto, perché un'altra donna viene uccisa, e anche questa volta accanto al cadavere è stato lasciato un rosario. Se vuole risolvere il caso, il commissario Calligaris dovrà mettere in discussione tutte le proprie certezze. Perché persino il suo formidabile intuito stavolta potrebbe non bastare...

302 Vues, 1 Messages

Che bella scoperta aver incontrato il commissario Adalgisa Calligaris: ad occhio e croce, fatti due calcoli e considerato che suo marito, l'ex magistrato Fontanella è già in pensione, dovrebbe avere circa la mia età e mi è stata, anche per questo, subito simpatica!

Investigatrice astuta e pragmatica, ironica al punto giusto, la Calligaris è attorniata da una buona squadra operativa.

Il tranquillo borgo di Rivorosso Umbro è squassato da un omicidio di un'anziana vedova che viveva da sola.

Inevitabilmente, come accade sempre, i primi sospetti ricadono sulla stretta cerchia famigliare...

Ma quando il caso sembra ormai risolto ecco un altro omicidio e poi un terzo e tutti e tre compiuti con le stesse modalità: anziane e vedove senza figli che le accudiscano.

Fra l'altro, sui luoghi dei delitti viene sempre rinvenuto un rosario di quelli fluorescenti...

Dalle prime indagini ciò che appare evidente è che le vittime conoscessero il loro o i loro assassini perché non c'è mai nessun segno di effrazione in nessuno dei tre luoghi.

L'indagine appare a questo punto molto contorta e fuori da tutti gli schemi in cui si muove di solito la Calligaris.

Entrano in ballo diversi personaggi che l'autrice in modo eccellente incastra nel puzzle.

Alessandra Carnevali ha confezionato oltre che un gran bel giallo anche un finale che spiazza non solo gli investigatori ma, soprattutto, i lettori.

Scritto con uno stile molto chiaro e accattivante, ricco di colpi di scena, con indizi disseminati tra le pagine che nemmeno all'occhio avvezzo alla lettura "gialla" balzano evidenti, Il delitto della vedova Ruzzolo, rientra nel novero dei gialli che ho molto apprezzato.

Non avevo letto le puntate precedenti ma ora sicuramente pongo rimedio a questa mancanza perché mi sono molto affezionata al commissario Callegaris, vuoi per la sua spontaneità, vuoi per la sua normalità e per l'abnegazione che mostra nei confronti del suo non facile lavoro.

La storia è proprio una di quelle storie che spaccano!

  • «
  • 1
  • »

8751 Messages en 7197 Discussions de 992 usagers

En ligne: Aucun est en ligne