Trovati 37582 documenti.

Mostra parametri
La macchina del mondo
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Leonardo da Vinci <1452-1519>

La macchina del mondo : gli scritti rivoluzionari sulla natura e la tecnica / Leonardo Da Vinci ; con i disegni originali dell'autore

BUR, 2019

  • Non prenotabile
  • Copie totali: 1
  • In prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: A cinquecento anni dalla morte, Leonardo da Vinci incarna ancora in modo esemplare l'ideale di intellettuale del Rinascimento e del genio. Artista, matematico, fisico, architetto, ingegnere e molto altro ancora: impossibile non rimanere affascinati dalla sua instancabile analisi del mondo che lo circondava e dalla capacità di tradurre queste osservazioni in una serie infinita di invenzioni, molte delle quali anticipano di secoli la modernità. Il risultato di questa attività incessante di studio è condensato in una produzione enorme di schizzi, disegni e annotazioni che costituiscono un patrimonio inestimabile, disperso dalle vicissitudini storiche in tutto il mondo. In questo volume sono raccolti per la prima volta insieme gli scritti di Leonardo che illustrano le sue osservazioni sul mondo in cui viveva - dai fenomeni naturali come la visione, la luce, il funzionamento dell'occhio umano o lo scorrere dell'acqua di un fiume, alle annotazioni pratiche sulla pittura o la scultura o su come si debba costruire una stalla o erigere una fortezza inespugnabile - impreziositi da splendide immagini tratte dal Codice Atlantico e dalle altre principali raccolte, come quelle degli archivi del Vaticano o della Biblioteca reale di Windsor. Una vera e propria "finestra" aperta sulla mente di un genio, sul suo lavoro e su un'epoca in cui i confini fra le discipline erano ancora incerti e venivano gettate le fondamenta del mondo moderno.

La stanza delle farfalle
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Riley, Lucinda <1971->

La stanza delle farfalle / Lucinda Riley ; traduzione di Leonardo Taiuti

Giunti, 2019

Abstract: Alla soglia dei 70 anni Posy Montague vive ancora a Admiral House, la splendida casa di famiglia ormai in rovina. Quel grande giardino è diventato la sua ragione di vita da quando i figli l'hanno abbandonata per seguire la loro strada. Sam, il maggiore, è un padre disattento e dal pessimo fiuto per gli affari, Nick, il minore, è un ricco antiquario che vive da anni in Australia. Finché un giorno la ruota del destino torna a girare: Nick rientra in Inghilterra, Evie, una sua collega, prende casa in città, e Posy incontra per caso Freddie, il suo grande amore, l'uomo che avrebbe dovuto sposare cinquant'anni prima. E la scintilla è ancora accesa... Ma esistono segreti terribili, il cui potere non svanisce nel tempo. La stanza delle farfalle attende solo di essere riaperta.

Lena e la tempesta
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Gazzola, Alessia <1982->

Lena e la tempesta / Alessia Gazzola

Garzanti, 2019

Abstract: Si dice che ciascuno di noi, nel corso della propria vita, accumuli in media tredici segreti. Di questi, cinque sono davvero inconfessabili. Lena ne ha soltanto uno, ma si fa sentire dentro come se ne valesse mille. E per quanto si sforzi di dimenticarlo, è inevitabile per lei ripensarci mentre dal traghetto scorge l’isola di Levura, meta del suo viaggio. Levura, frastagliata e selvaggia, dove ha passato le estati indimenticabili della sua giovinezza. Dove non ha più rimesso piede da quando aveva quindici anni. Da quando ogni cosa è cambiata. Ora suo padre le ha regalato la casa di famiglia e lei ha deciso di affittarla per dare una svolta alla sua esistenza. Perché si sente alla deriva, come una barca persa tra le onde. Perché il suo lavoro di illustratrice, che ama, è ad un vicolo cieco. Lena non sarebbe mai voluta tornare a Levura, non sarebbe mai voluta tornare tra quelle mura. Ma è l’unica possibilità che ha. Mentre apre le finestre arrugginite e il vento che sa di mare fa muovere le tende, i momenti dell’ultima vacanza trascorsa lì riaffiorano piano piano: le chiacchierate, gli schizzi d’acqua sul viso, le passeggiate sulla spiaggia. E insieme il ricordo di quel giorno impresso a fuoco nella sua mente. Il suo progetto è quello di stare a Levura il tempo di trovare degli affittuari per poi ricominciare altrove tutto quello che c’è da ricominciare. Eppure nulla va come aveva immaginato. Lena non sa che quella stagione che abbronza il suo viso chiaro e delicato sarà per lei molto di più. Ancora non sa che l’isola sarà luogo di incontri inaspettati come quello con Tommaso, giovane medico che dietro un’apparente sicurezza nasconde delle ombre. Giorno dopo giorno Lena scopre che la verità ha mille sfumature. Che niente è davvero inconfessabile. Perché spesso la colpa cela solo una profonda fragilità.

Nella notte
3 0 0
Materiale linguistico moderno

De Gregorio, Concita <1963->

Nella notte : una storia di potere / Concita De Gregorio

Feltrinelli, 2019

Abstract: Nora D. studia a Pisa. Ha scelto di raccontare, nella sua tesi di dottorato, le ragioni che portarono alla mancata elezione del presidente della Repubblica nel corso di una celebre congiura politica di alcuni anni prima. Prova a ricostruire la vicenda attraverso il racconto confidenziale di alcuni protagonisti di quelle ore. Intitola il suo lavoro "Nella Notte" perché tutto, come spesso nei momenti cruciali della nostra storia, avvenne tra le sette di sera e le nove del mattino. Ma dove hanno luogo quegli incontri segreti? In quali palazzi, a che ora? Chi è il regista? Nora indaga. Dalle parole dei testimoni ricompone nei dettagli la congiura, si imbatte in un delitto. In virtù della qualità della sua tesi, trova un impiego di prestigio in un centro studi a Roma e arriva nella capitale, oggi. Il suo luogo di lavoro si rivela una centrale di dossieraggio, fulcro di una rete di ricatti e giochi di potere. Una "fabbrica del fango". Decide di rinunciare all'incarico, ma incontra Alice: la sua migliore amica d'infanzia e giovinezza. Il centro studi diventa per Alice l'osservatorio ideale dove studiare il meccanismo delle tre Esse - Sesso, Soldi, Segreti - che governa l'informazione politica. Insieme le due ragazze avviano un'indagine parallela e segreta che, ripartendo dal delitto di quella notte decisiva, mette a fuoco la Guerra dei dossier: una serie di scandali sessuali che hanno coinvolto personaggi politici di primo piano e hanno cambiato il corso della storia. Muovendosi tra la cronaca politica, descritta nei suoi retroscena con profonda conoscenza delle persone e delle storie reali, e il ritratto di due giovani donne costrette ad agire in un mondo ostile - e molto maschile -, Concita De Gregorio racconta una storia di potere esemplare: la matrice del presente, la minaccia perpetua sul futuro. Un romanzo teso, elettrico, che ha il respiro del thriller e la potenza del ritratto generazionale.

Ogni riferimento è puramente casuale
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Manzini, Antonio <1964->

Ogni riferimento è puramente casuale / Antonio Manzini

Sellerio, 2019

Abstract: Sette divertimenti intorno al mondo del libro. Satira, ironia e sarcasmo sul cinismo che pervade l'industria culturale.

La cacciatrice di fossili
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Strada, Annalisa <1969->

La cacciatrice di fossili : Mary Anning si racconta / Annalisa Strada ; illustrato da Daniela Tieni

Editoriale scienza, 2019

Abstract: Nel 1811, in Inghilterra, una ragazzina di tredici anni trova il fossile di uno strano mostro marino, oggi conosciuto come Ittiosauro. Inizia così la sua carriera di cercatrice di fossili. È la prima a portare alla luce il primo plesiosauro e uno dei primi pterodattili. Di famiglia poverissima, Mary arrotonda le scarse entrate familiari vendendo i fossili di ammoniti che trova sulla spiaggia, ma la sua vera passione – e bravura – è ricostruire lo scheletro intero di creature mai viste prima. Pur non essendo istruita, legge e critica articoli scientifici e discute alla pari con i più importanti scienziati e studiosi dell'epoca; il suo unico problema è che è una donna e per di più di umili origini...

Le  parole di Sara
0 0 0
Materiale linguistico moderno

De Giovanni, Maurizio <1958->

Le parole di Sara / Maurizio de Giovanni

Rizzoli, 2019

Abstract: In “Le parole di Sara” ritroviamo Sara Morozzi, nuova splendida detective nata dal padre dei Bastardi di Pizzofalcone Maurizio De Giovanni. Nota ai lettori dal precedente “Sara al tramonto”, Sara Morozzi è una poliziotta in pensione e una donna invisibile: coi suoi capelli grigi e il suo abbigliamento incurante se ne sta da sempre a osservare le vite degli altri per carpirne i segreti. E anche ora che è solo una pensionata e una nonna, qualcuno dei suoi ex colleghi ogni tanto ha bisogno del suo aiuto. Perché Sara ha un raro talento: interpreta alla perfezione il linguaggio del corpo e delle parole dette a mezza voce. Questa volta Sara è chiamata a indagare su un caso che coinvolge direttamente l'amica Teresa, donna ai vertici dell’unità segreta per cui la stessa Moroni ha a lungo lavorato. Ad aiutarla nelle indagini non mancheranno l’ispettore Davide Pardo, goffo detective sfortunato in amore, Viola, l'ultima compagna di suo figlio che l'ha appena resa nonna, e Boris, il Bovaro del Bernese. Profondo e avvincente come solo i libri di Maurizio De Giovanni sanno essere, “Le parole di Sara” è il secondo appuntamento imperdibile con la serie che sta riscrivendo il noir italiano al femminile.

L'uomo delle castagne
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Sveistrup, Søren <1968->

L'uomo delle castagne / Soren Sveistrup ; traduzione di Bruno Berni

Rizzoli, 2019

Abstract: Un navigato agente di polizia, a una settimana dalla pensione, si ferma davanti alla fattoria di un vecchio conoscente, nei dintorni di Copenaghen. Qualcosa non va. Un maiale morto lasciato lì. Non si fa così, in campagna. Apre la porta d'ingresso, socchiusa, con due dita, come nei film. Per vedere una cosa che non avrebbe mai voluto vedere: sangue, un cadavere mutilato, altri corpi da scavalcare. Cammina fino all'ultima stanza, dove centinaia di omini fatti di castagne e fiammiferi – infantili, incompleti, deformi – lo guardano ciechi. Stravolto, si chiude la porta alle spalle, senza sapere che l'assassino lo sta fissando. Così si annuncia, spaventosa, la storia dell'Uomo delle castagne, un thriller di grande livello, il primo romanzo di Søren Sveistrup, autore della serie tv The Killing – il cult mondiale che ha appassionato milioni di spettatori – e sceneggiatore dell'Uomo di neve, il film tratto dal romanzo di Jo Nesbø. Un'invenzione narrativa complessa, un assassino disumano che si muove nel fondo di questo libro con una cupezza senza eguali, un'indagine condotta con angosciata bravura da due detective – uomo e donna, lui e lei – costretti a scendere mille gradini per comprendere come un'ossessione perfetta può deviare la mente di un individuo. Nemmeno Hitchcock. Perché poi un grande thriller nasce soltanto da un magnete, un chiavistello del male che attira, che vi attira inesorabilmente là, nella stanza degli omini che dondolano. Un capitolo vi lascerà il gusto di essere su una pista possibile e il seguente vi dirà di cambiare strada. Perché l'Uomo delle castagne ha pensato a tutto e ricorda ogni cosa. Gli altri, finti innocenti, hanno dimenticato.

Perduti nei quartieri spagnoli
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Goodrich, Heddi <1971->

Perduti nei quartieri spagnoli / Heddi Goodrich

Giunti, 2019

Abstract: Una ragazza americana a Napoli, ma non una delle tante. Heddi, studentessa di glottologia all'Istituto Universitario Orientale, non è venuta per un rapido giro nel folclore, ma per un'immersione che la porta ad avere della città, della lingua, del dialetto una conoscenza profonda, impressionante, che nasce dall'empatia, da un bisogno di radicamento e dall'entusiasmo della giovinezza. Con una colorata tribù di studenti fuorisede e fuoricorso Heddi vive ai Quartieri Spagnoli, dove la vita nelle case antiche costa poco, si abita su piani pericolanti che sembrano calpestarsi l'un l’altro, in fuga dalla folla e dai vicoli inestricabili, costruzioni affastellate che sbucano aprendosi sul cielo e sul vulcano, in balconi e terrazzi dove è bello affacciarsi a rabbrividire, fumare e discutere. Questo romanzo, scritto in un italiano letterario di rara bellezza, tanto più sorprendente considerando che l'autrice è di madrelingua inglese, è una doppia storia d'amore: per una città e per un giovane uomo. Pietro è studente di geologia, figlio di una famiglia contadina della provincia di Avellino, gente avvinta alla terra da un legame ostinato, arcaico. A Napoli, benché il suo paese sia distante solo cento chilometri, Pietro è straniero tanto quanto Heddi. Il coinvolgimento sentimentale non vela però lo sguardo della narratrice, che considera con sguardo affettuoso ma lucido la personalità di Pietro, al tempo stesso sognatore e velleitario, diviso tra l'emancipazione rappresentata dall'amore per una ragazza così lontana dal suo mondo e il richiamo agli obblighi ancestrali della terra. Anche il ritratto della madre di lui, apparentemente fragile e depressa, in realtà custode feroce dell'ordine familiare, è di spietata esattezza. L'amore che intride queste pagine è quindi istintivo e intellettuale, complicato e semplice. E' amore per le parole che compongono una vera e propria lingua del cuore, accarezzata, piegata e scolpita con una sensibilità sempre vigile. E' il romanzo di quando la vita è una continua scoperta, esplorazione dell'identità altrui e ricerca della propria, di quando la scrittura incarna un atteggiamento verso il mondo pronto ad aprirsi a ogni esperienza, a godere ogni gioia, a esporsi a ogni ferita.

La bottega delle essenze
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bauermeister, Erica <1959->

La bottega delle essenze / Erica Bauermeister ; traduzione di Sara Caraffini

Garzanti, 2019

Abstract: C'è una stanza che Emmeline ha sempre guardato con curiosità senza mai osare entrare: è lo studio del padre dove, su scaffali altissimi che sfiorano il soffitto, sono custodite tante boccette. Nessuno può avvicinarsi e toccarle. Perché non sono semplici bottigliette di profumo. Al loro interno racchiudono una piccola pergamena su cui sono impresse essenze rare: l'odore della pioggia in una mattina di temporale, il sentore del fumo nell'esatto istante in cui si libera dalla pipa, la dolcezza del miele. Emmeline ne è come ipnotizzata. Vorrebbe che il padre le raccontasse le storie legate a ciascuna preziosa ampolla e le insegnasse a catturare quei profumi speciali. Eppure, nonostante non perda occasione di riempirlo di domande, ogni volta è costretta a fare i conti con la reticenza del burbero genitore. Reticenza che gli impedisce di condividere i segreti del mestiere e, soprattutto, di aprirsi con la figlia riguardo a una madre di cui lei ignora persino l'esistenza. Finché la sua improvvisa scomparsa non cambia tutto. Per la prima volta, Emmeline sente che è arrivato il momento di scoprire se abbia altre radici. Per farlo deve trovare il modo di arrivare alle boccette che tanto la affascinano e dissipare il mistero che avvolge la creazione quelle essenze. Solo uno di quei profumi, ne è certa, potrà indicarle la strada giusta da percorrere per capire chi è davvero. Per trovare la madre che non ha mai conosciuto, ma che è sicura esistere da quale parte là, nel mondo fuori.

1: I leoni di Sicilia
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Auci, Stefania <autrice e insegnante>

1: I leoni di Sicilia

Abstract: Dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono: in breve tempo, i fratelli Paolo e Ignazio rendono la loro bottega di spezie la migliore della città, poi avviano il commercio di zolfo, acquistano case e terreni dagli spiantati nobili palermitani, creano una loro compagnia di navigazione… E quando Vincenzo, figlio di Paolo, prende in mano Casa Florio, lo slancio continua, inarrestabile: nelle cantine Florio, un vino da poveri – il marsala – viene trasformato in un nettare degno della tavola di un re; a Favignana, un metodo rivoluzionario per conservare il tonno – sott’olio e in lattina – ne rilancia il consumo in tutta Europa… In tutto ciò, Palermo osserva con stupore l’espansione dei Florio, ma l’orgoglio si stempera nell’invidia e nel disprezzo: quegli uomini di successo rimangono comunque «stranieri», «facchini» il cui «sangue puzza di sudore». Non sa, Palermo, che proprio un bruciante desiderio di riscatto sociale sta alla base dell’ambizione dei Florio e segna nel bene e nel male la loro vita; che gli uomini della famiglia sono individui eccezionali ma anche fragili e – sebbene non lo possano ammettere – hanno bisogno di avere accanto donne altrettanto eccezionali: come Giuseppina, la moglie di Paolo, che sacrifica tutto – compreso l’amore – per la stabilità della famiglia, oppure Giulia, la giovane milanese che entra come un vortice nella vita di Vincenzo e ne diventa il porto sicuro, la roccia inattaccabile.

Questo libro non sarà divertente
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Dunlap, Cirocco <1985->

Questo libro non sarà divertente / Cirocco Dunlap ; illustrato da Olivier Tallec

Clichy, 2019

Abstract: Un libro non è un luogo adatto alle buffonate e il nostro topo occhialuto ci assicura che il suo non farà eccezione. Per favore, ignorate la balena volante e... oh, no, le luci si sono spente. Aspetta, cos’è quello?! Nulla da temere. È tutto sotto controllo. I lettori si diletteranno mentre il nostro protagonista, divertente ma inflessibile, viene sfidato e circondato da creature meravigliosamente fantasiose che non assomigliano a nulla che abbiate mai visto. Il nostro topolino cederà all’attrattiva della loro travolgente esuberanza?!

Silenzio!
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Claire, Céline <1973-> - Le Huche, Magali <1979->

Silenzio! / Céline Claire, Magali Le Huche

Clichy, 2019

Abstract: Il signor Martin ama la tranquillità. I suoi vicini lo sanno, ma spesso se lo dimenticano. Esasperato da tutto quel rumore, il signor Martin decide di prendere dei seri provvedimenti...

Doppia verità
5 0 0
Materiale linguistico moderno

Connelly, Michael <1956->

Doppia verità / Michael Connelly ; traduzione di Alfredo Colitto

Piemme, 2019

Abstract: La verità può essere di due tipi. Quella che libera, e quella che uccide. Harry Bosch non ha lasciato il LAPD, il dipartimento di polizia di Los Angeles dove ha lavorato per una vita, nel più felice dei modi. Ma è da un po' che ha voltato pagina: si occupa di "casi freddi" per la polizia di San Fernando, piccola municipalità dell'area di Los Angeles, e gli va bene così. Scavare nel passato, alla ricerca di nuovi indizi in vecchi casi rimasti irrisolti, gli sembra la cosa più adatta a lui, in questo momento della sua vita. Ma quando due farmacisti della cittadina vengono ammazzati nel loro negozio, il suo nuovo capo gli chiede una mano: e così, insieme alla detective Bella Lourdes, Bosch si ritrova coinvolto in un caso che di "freddo" ha ben poco. Nel frattempo, però, il fantasma del LAPD torna a fargli visita: Preston Borders, omicida e stupratore che trent'anni fa Bosch assicurò al braccio della morte, ha presentato un ricorso. A quanto pare, ci sono nuove prove a favore della sua innocenza, e Bosch è nel mirino: non solo avrà bisogno del suo avvocato, Mickey Haller, per difendersi da accuse di incompetenza e inquinamento di prove, ma soprattutto, agli occhi del mondo, rischia di essere nient'altro che il poliziotto che ha mandato in prigione l'uomo sbagliato. A meno che, nei nove giorni di tempo prima che Borders venga scarcerato, Bosch non riesca a smontare il nuovo caso, e trovare altre prove della colpevolezza del detenuto. Al detective, lasciato solo anche dai suoi ex colleghi, non resta così che lottare per far valere l'unica verità che conta. Sapendo che in ballo stavolta c'è il suo stesso onore.

Se volessi un elefante
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Westgate, Vanessa <illustratrice>

Se volessi un elefante / Vanessa Westgate

Clavis : Il Castello, 2019

Abstract: Catturare un elefante è una faccenda complicata: ti servirà una trappola, un passaporto, un aereo e... molto, molto cibo. E se poi il pachiderma avesse nostalgia di casa? Una divertente storia sul rispetto per gli animali.

Il grrrande Grrr
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Chabbert, Ingrid <1978-> - Nieto Guridi, Raúl <1970->

Il grrrande Grrr / Ingrid Chabbert, Guridi ; traduzione dal francese di Emanuelle Caillat

Gallucci, 2019

Abstract: Solo a evocarne il nome, Grrr, scatena la paura tra gli uomini. In realtà è un essere placido, che ama schiacciare pisolini al sole, inseguire farfalle e nuotare nel fiume. In una tranquilla giornata, incontra una bambina con una mantellina rossa. Di fronte a questa apparizione improvvisa, cerca di terrorizzarla, ma lei non si fa intimidire e gli lascia un regalo: un libro. Nasce così una simpatica amicizia tra i due. Una classica fiaba viene ribaltata per mostrare la forza della tolleranza.

Il peggiore dello show
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bee, William - Hindley, Kate <illustratrice>

Il peggiore dello show / scritto da William Bee ; illustrato da kate Hindley

Sassi junior, 2019

Abstract: Albert sta per iscrivere Sidney, il suo mostro domestico, allo show televisivo "il mostro Domestico più mostruoso del mondo!" Per vincere, un campione deve essere: (1) pieno di parassiti (2) super puzzolente (3) in grado di volare (4) estremamente verrucoso (5) ferocemente sputafuoco! E Sidney com'è, invece? Beh, a lui piacciono le bolle di sapone.

Questo (non) è un leone
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Vere, Ed <1973->

Questo (non) è un leone / Ed Vere

Terre di mezzo, 2019

Abstract: Leonard è un leone gentile, scrive poesie e ama passeggiare con la papera Marianna. Il resto del branco però non è d'accordo: i veri leoni sono feroci! E mangiano gli altri animali! (Marianna compresa) Ma davvero esiste un solo modo di essere un leone? Lo scontro sembra inevitabile, ma Leonard, coraggioso e intelligente, trova una soluzione tutta sua, e sceglie di rispondere alle pressioni del branco con la creatività e la forza delle parole. Per farsi ascoltare, non c'è bisogno di ruggire!

Rana e Rospo sempre insieme
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Lobel, Arnold <1933-1987>

Rana e Rospo sempre insieme / Arnold Lobel ; traduzione di Cristina Brambilla

Babalibri, 2019

Abstract: Rana e rospo sono amici per la pelle! In queste cinque avventure corrono, giocano, mangiano biscotti, sognano sogni strani svegliandosi più amici di prima e si comportano in modo molto coraggioso.

Merenda con gli indiani
0 0 0
Materiale linguistico moderno

Bournay, Delphine <1974->

Merenda con gli indiani / Delphine Bournay ; traduzione di Maria Bastanzetti

Babalibri, 2019

Abstract: Anita ha parecchia fantasia e molta voglia di compagnia. Forse è per questo che, giusto all’ora della merenda, proprio quando papà le chiede di mettere a posto la cameretta, si ritrova catapultata su un’isola sperduta, abitata da due veri indiani d’America: Powa e Pawo. Che fortuna! Anita adora gli indiani. I suoi nuovi amici, però, sono dei veri birbanti: la fanno saltare sul letto come un bisonte e sono golosissimi di bignè ripieni di crema al cioccolato. Però giocare con loro è un tale spasso!